Federico Fuggini (assistente: Sara Carbonieri)

FEDERICO FUGGINI comicurriculum
I segni che il destino ha riservato per lui qualcosa di veramente speciale non si fanno attendere: da bambino viene scelto dal mago Silvan per un numero di magia che consiste nel estrargli una moneta da 100 lire da un orecchio!
Per Santa Lucia riceve in regalo un clarinetto di plastica che prova a suonare ma poi scopre che suonare il piano è talmente facile che perfino lui potrebbe imparare.
Sfortunatamente i genitori fraintendono e lo mandano a lezione di piano da un clarinettista.

Quando finalmente riesce a spiegare le sue vere intenzioni, li supplica di acquistargli un vero pianoforte e dopo una sola settimana di sciopero della fame viene accontentato.
Si laurea giovanissimo al DAMS di Bologna chiedendo ed ottenendo come regalo di laurea un ghepardo di peluche.
Si diploma anche in pianoforte ma i vicini si rifiutano di fargli un regalo perciò decide di fare lui un regalo ai vicini scegliendo di traslocare.
Tra i suoi più recenti scritti musicologici ricordiamo:
vieni avanti...cremino! – le più dolci arie dell’opera lirica (ed. Ferrero 2001)
santo subito! – i miracoli attribuiti a Bach: la guarigione del conte Keyserling da una perniciosa forma di insonnia grazie alle Variazioni Goldberg (ed. Ronf 2005)
che dichi? –  l’inno alla gioia come precursore dell’hard rock e le vere cause della sordità di Beethoven (ed. Amplifon 2009)
un bel dì vedremo... –  biografia di Ray Charles (ed. Aspettaespera 2010)
...levarsi un fil di fumo – biografia di Bob Marley (ed. Quativoglio 2011)
Ormai irrimediabilmente avviato sulla via della sperimentazione artistica produce dvd, colonne sonore, happening di improvvisazione...i parenti sono stati avvisati.
La foto a sinistra lo ritrae mentre cerca di addomesticare un Theremin.

FEDERICO FUGGINI  curriculum ufficiale
Diplomato in pianoforte al Conservatorio di Mantova
Laureato al DAMS di Bologna con uno studio sulla poetica di Glenn Gould con 110, lode e pubblicazione della tesi.
Ha seguito corsi di perfezionamento pianistico con Gyorgy Sandor (Assisi) e Alexander Lonquich (Verona). Ha approfondito lo studio dell’improvvisazione e le sue applicazioni nella didattica pianistica con Wolfgang Brunner (Salisburgo),
Emilio Molina (Madrid), Christiane Montandon (Fiesole, Trieste, Vicenza) e Annibale Rebaudengo (Bologna, Verona).
Ha tenuto un corso di storia della musica afroamericana al liceo Maffei di Verona ed uno di Piano Creativo ai corsi estivi SIMEOS di Verona.
Nel 1990 ha ottenuto una borsa di studio per partecipare ai prestigiosi Sommerkurse presso l’Orff-Institut di Salisburgo, tale esperienza è poi proseguita nel 2009.

Nel 2010 è stato selezionato per partecipare al percorso di mobilità formativa presso la Staatliche Hochschule für Musik und Darstellende Kunst di Mannheim.
Ha recentemente vinto il primo premio al concorso pianistico internazionale di Spoleto suonando assieme a Loredana Ferriano e Paolo Savio nel trio di piano a sei mani Six Hands The City, con il quale si è esibito anche a Milano, al Teatro del Sale di Firenze e a Castelvecchio (Verona). Recentemente si sono esibiti all'Istituto di Cultura Italiana di Atene.
Ha accompagnato numerose rassegne di cinema muto e collabora con registi di cortometraggi e compagnie teatrali (ultima, in ordine di tempo, la composizione delle musiche di scena per lo spettacolo Antigone 1939 con la regia di Alberto Rizzi per il Teatro Camploy di Verona).

Accompagna stabilmente il coro Alicanto di Verona.

Oltre alla formazione accademica ha acquisito numerose esperienze in generi che spaziano dal rock al blues all’ambient music imponendosi come uno dei pianisti più eclettici del panorama veronese.
Suona con i gruppi Powerhouse (a night with Deep Purple), The Happy Jacks (The Who tribute band) e Condors (Led Zeppelin cover band).
Ha pubblicato i cd lakmé, ninnalupo, 299488, nina nana bobò, le voci segrete dei libri, marcelliano marcello, chili con carne, verona nel cuore di giulietta e il dvd  di lupi, di acque e di pietra.
Ha pubblicato i saggi marco marcelliano marcello  e 1542 piccoli misteri
La passione per la scrittura lo ha portato a pubblicare varie raccolte di racconti: pandoro e peccati, certi elementi, mio nonno era un re magio, tetra-logia. Altri suoi racconti sono presenti in diverse antologie
. Recentemente ha vinto il secondo premio al concorso letterario Città di San Giovanni Lupatoto.
Di prossima pubblicazione un suo arrangiamento di Spiegel im Spiegel del compositore estone Arvo Pärt. 
Dal 1988 dirige la scuola di musica con la quale ha condotto migliaia di giovani ad avvicinarsi al mondo della musica.
Dal 2007 è cittadino onorario di San Giovanni Lupatoto
Dal 2016 insegna musica nella scuola secondaria.
                            
www.federicofuggini.it                                                                                       

FEDERICO FUGGINI curriculum minimalista
suona il piano e fa un sacco di altre cose...guida una Harley bianca (perché nera ce l'hanno tutti ed è triste...)